fbpx

Maria Carla Iaia, tornare a vincere

Da 27 febbraio 2019News & Eventi

Maria Carla Iaia è la neo Campionessa Italiana Master Indoor di lancio del peso 2019!

Abbandonare la passione di una vita, riprendere dopo molti anni d’inattività, tornare sul gradino più alto del podio. Questa è la storia di Maria Carla Iaia, responsabile coordinamento del Centro Medico Magenta ed ex-atleta professionista, neo Campionessa Italiana Master Indoor di lancio del peso. L’abbiamo intervistata, di ritorno da Ancona, sede dei campionati, per capire com’è riuscita in tale impresa dopo essere rimasta ferma ai box per molto tempo.

Buongiorno Maria Carla, innanzitutto complimenti per il grande risultato. Non è una prima volta per te, raccontaci un po’ da dove tutto è iniziato.

La mia storia sportiva inizia sui banchi di scuola con i giochi della Gioventù e poi è proseguita fino a portarmi a vincere diversi titoli italiani di categoria e a vestire la maglia azzurra partecipando anche alla finale europea Juniores.

Avevi deciso di appendere le scarpe al chiodo, spiegaci come mai.

Qualche problema di salute mi ha portato a 20 anni a rallentare molto gli allenamenti fino a quando per motivi di studio e lavoro mi sono fermata. L’atletica mi ha portato a Padova , in quanto ho conosciuto mio marito (veneto) durante uno dei raduni federali e pertanto ho deciso di trasferirmi a Padova per stare con lui.

Cosa ti ha spinto a considerare l’idea, dopo tutto questo tempo, di riprovarci?

Mia figlia ha iniziato a fare atletica l’anno scorso e ritornare sul campo per vederla gareggiare mi ha fatto riaccendere l’entusiasmo e la voglia di essere ancora protagonista .

Qual è stato il percorso intrapreso per ritornare ad alti livelli e come il Centro Magenta ha contribuito al raggiungimento di un perfetto stato di forma?

Una preparazione adeguata , misurata sulle mie possibilità , i giusti consigli del Dott. Girardi, che ha creduto in questa cosa sostenendomi nel riprendere, e i trattamenti manuali di preparazione muscolare sono stati fondamentali. Il primo obbiettivo è quello di non farsi male per godersi la ripresa.

Ci sono stati dei momenti difficili in cui hai pensato di non farcela?

La settimana prima dei campionati italiani avevo un dolore molto acuto alla spalla sx, ma con un controllo ecografico è stata fatta un’accurata valutazione e con alcuni i miei colleghi terapisti e il Dott. Girardi abbiamo fatto rientrare l’infiammazione.

Ti senti di dover ringraziare qualcuno per aver contribuito al raggiungimento di tal risultato?

Erano in pochissimi a saperlo, ma tutta la mia famiglia e il Dott. Girardi in assoluto mi hanno aiutato e “sopportato” tanto.

C’è qualche segreto che ti sentiresti di svelare a chi come te vorrebbe ricominciare a praticare uno sport ad alti livelli dopo anni di stop?

Assolutamente di riprendere, chi nasce sportivo, deve continuare, consapevole che bisogna fare un lavoro di squadra con il terapista e il laureato in scienze motorie in primis per prepararsi bene, non farsi male e divertirsi.

Cosa prevedi per il futuro? Altri titoli da mettere in bacheca?

Ho tanta voglia di godermi questa bella avventura allenandomi con mia figlia Amelia e la cosa più entusiasmante è che tanti miei amici di una vita conosciuti sui campi di atletica hanno voglia di riprendere. Ho fatto un po’ da apripista. Non potevo sperare nulla di più bello. Tutto il bello della mia vita, dalla famiglia, agli amici al mio lavoro nascono dallo sport!

Puoi vedere tutti i risultati dei Campionati Italiani Master Indoor cliccando qui.