fbpx

L’utilizzo dell’acqua come supporto alle terapie riabilitative ha visto negli anni un’evoluzione notevole del consenso da parte di medici, fisioterapisti e pazienti, divenendo ben presto una tecnica estremamente diffusa in campo medico e sportivo.

 

L’idrokinesiterapia viene oggi utilizzata nel trattamento di lesioni traumatiche post immobilizzazione e nell’immediato post operatorio dei vari distretti anatomici, un’ulteriore applicazione riguarda le patalogie acute e croniche, spaziando dalla reumatologia all’ambito neurologico e dalla traumatologia sportiva al campo pediatrico.

 

I principali vantaggi derivanti dall’utilizzo dell’acqua sono:
– Sensibile diminuzione del peso corporeo;
– Effetto miorilassante;
– Maggiore facilità di movimento nell’esecuzione degli esercizi;
– Assenza della forza di gravità.

 

Allo scopo di incrementare il tempo di esercizio e la permanenza in acqua la legge impone una temperatura massima dell’acqua di 34° per le piscine riabilitative, contro i 36° delle sorgenti termali.

Per una corretta riabilitazione si consiglia di svolgere esercizi dolci e costanti, con una cadenza di due o tre volte a settimana, permettendo al corpo di smaltire l’effetto miorilassante dovuto all’azione dell’acqua ed il recupero più rapido delle funzioni motorie.

 

I notevoli vantaggi del lavoro in acqua rendono l’idrokinesiterapia una tecnica riabilitative ad oggi essenziale, trovando applicazione in molteplici settori:
– Preparazione atletica di nazionali o società professionistiche, con una notevole riduzione degli infortuni tendineo-muscolari;
– Riattivazione muscolare per individui non idonei alla palestra;
– Programmi di lavoro per individui obesi e diabetici;
– Recupero motorio e benessere di pazienti fibromialgici;
– Acqua-bike e lavoro aerobico per atleti, con respiratore a boccaglio in totale immersione.

 

Contattaci allo 049 8718225 o scrivici una email a padova@centromagenta.it per prendere un appuntamento.